Lavori in corso

Le 3 scimmiette
Se non avessi guardato le statistiche del mio blog, non avrei notato che mio zio aveva usato i servizi di traduzione automatica di Google per tradurre tutto il mio blog, ottenendo così un groviglio di parole incomprensibile nel quale anche la frase di Renaud "C’est pas l’homme qui prend la mer, c’est la mer qui prend l’homme" era stata rivisitata in malo modo…….

Se non avessi ascoltato la mia cugina che si lamentava che non viene in Italia da diversi anni e che teme di dimenticare quello che aveva imparato al corso di italiano e che mi diceva di avere qualche difficoltà a capire quello che scrivo….

Se non avessi detto ai miei genitori che mi dispiaceva che non venissero più spesso sul mio blog, non avrei ricevuto un "Ci metto una vita a tradurre col vocabolario" come risposta….

Ma invece ho guardato, ho sentito e ho parlato ed ho deciso che per facilitare parenti e amici, mi metterò a tradurre tutto il mio blog.  Siccome sono precisa, comincerò dal primissimo post e da oggi in poi, sotto all’articolo in italiano ci sarà un abstract che rimanderà alla traduzione in francese. Se le mie ricerche genealogiche non mi ingannano, non dovrei avere parenti prossimi di lingua inglese o tedesca….per fortuna! Mando un ringraziamento particolare al mio amico Ancatdubh, che mi ha ispirato col suo blog bilingue. Mi riservo di tramutare i ringraziamenti in vera e propria maledizione, secondo la piega che prenderà l’opera.


Si j’avais évité de regarder les statistiques de mon blog, je n’aurais pas remarqué que mon oncle avait utilisé le service de traduction automatique de Google pour le traduire et, du coup, obtenir comme ésultat un amas  de mots sans queue ni tête dans lequel meme la phrase de Renaud, "C’est pas l’homme qui prend la mer, c’est la mer qui prend l’homme", avait  subi une étrange mutation….

Si j’avais évité d’écouter ma cousine qui me disait de regreter de ne pas avoir eu l’occasion de revenir en Italie depuis bien longtemps, au risque d’oublier tout ce qu’elle avait appris en fréquentant le cours d’italien, et que parfois elle avait des difficultés à comprendre ce que j’écris…..

Si je n’avais pas dit à mes parents que je trouvais dommage qu’ils ne fassent un saut sur mon blog un peu plus souvent, je n’aurais pas reçu cette réponse: "Il faut trop de temps pour tout traduire avec le dico"

Mais j’ai regardé, j’ai écouté et j’ai parlé et alors j’ai décidé que pour faciliter les choses à parents et amis, je vais me mettre à traduire complètement mon blog. Etant donné que je suis méthodique, je commencerai donc depuis le début, et à partir d’aujourd’hui, au fond de chaque article en italien il y aura un extrait qui renverra à la traduction française. Si mes recherches généalogiques ne me trompent pas je ne devrais pas avoir de proches parents de langue anglaise ou allemande….heureusement!
Je remercie tout particulièrement mon ami Ancatdubh  qui m’a inspirée a travers la lecture de son blog bilingue. Je me réserve la possibilité de commuter ces remerciements en véritable malédiction, selon le pli que voudra prendre cette œuvre.

Annunci

6 thoughts on “Lavori in corso

  1. Benvenuta nel terribile mondo dei blog bilingue… 🙂
    Vedrai ben presto quanto tempo si perde a scrivere due volte la stessa cosa e a rileggere due volte lo stesso post 🙂
    Vedrai che ti verrà  ben presto voglia di scrivere post sempre più concisi 🙂
    Comunque brava!
    Magari è la volta che anche io… ehm… *miglioro* … il mio francese 🙂

  2. Cavoli, che razza di pazienza… già  fare semplicemente traduzioni come mi è capitato a volte puÃò essere una rottura, ma così è veramente sfibrante 😉

  3. @Laura: così si che farei doppio lavoro per reinserire le foto i links ed eventualmente raddoppierei la possibilità  di aver problemi Splinderiani! Mi basta solo fare un passo alla volta ed editare i miei posts.
    @Ancatbubh: Così mi demoralizzi subito 😦 vabbè, vedo un pò come va. Non garantisco la perfezione del francese visto che la traduzione non è più spontaneo e a volte perdo tempo a controllare termini e ortografia.
    @Aries: Tanto non c’ho un tubo da fare 🙂 Se mi sfibro troppo presto, posso sempre smettere.

  4. Cris, non era per demoralizzarti. Ti raccontavo quello a cui mi sottopongo io ogni volta che scrivo un post. Non posso nascondere che è faticoso e dispendioso in termini di tempo!
    Se poi conto che solo un post su quattro viene letto da un utente di lingua inglese a volte mi chiedo chi me lo fa fare.
    Ma ormai ho cominciato, non posso tirarmi indietro! Almeno per quel 1 su 4 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...