Operazione carciofini

Vasetti

Tutti quelli che mi conoscono sanno perfettamente  che non vado molto d’accordo con la cucina. Non mi piace stare ai fornelli, mi sembra sempre di perdere tempo o per lo meno, che sia tutta fatica sprecata. Da anni la mia amica Mary cerca di farmi cambiare idea suggerendomi ricette che puntualmente preferisco assaggiare a casa sua. Lei è una cuoca provetta che si rilassa cucinando: per me è una cosa inconcepibile. L’altro giorno mi ha proprio attirata in un’imboscata.

“Domani facciamo i carciofini sott’olio. Vieni anche tu, così mi dai una mano e impari come si fa”.

Così, mercoledì pomeriggio è scattata l’operazione carciofini: Giusto il tempo di prendere un caffè per prepararci all’impresa e poi…vai!  Ci siamo rimboccate le maniche per sbucciare 100-150 carciofini violetti. Inutile dire che a fine operazione il mio pollice (che verde non è mai stato) era nero come la cappella di un porcino.

Dopo esser stati per un po’ in acqua acidula, i carciofini sono stati messi a bollire in aceto di vino bianco con l’aggiunta di aglio, rosmarino sale e pepe in grano per una decina di minuti. Bisognava poi farli asciugare per bene, così li abbiamo disposti sopra un canovaccio.

Ieri pomeriggio abbiamo finalmente concluso la lavorazione: Abbiamo messi i nostri carciofi nei barattoli a testa in giù, aggiungendo qua e là qualche rametto di rosmarino e grano di pepe nero e abbiamo coperto il tutto con olio di oliva. Sono venuti fuori 8 barattoli, non è certamente una produzione industriale ma va bene così. Per la mia partecipazione mi sono portata a casa due vasetti che per noi due, sono più che sufficienti.

Adesso bisogna lasciarli riposare per un mese o due e poi potremo finalmente assaggiare il frutto di tutta questa fatica. Già me li immagino e mi viene l’acquolina in bocca….

…sarà difficile resistere alla tentazione.

4 thoughts on “Operazione carciofini

  1. SALUTE,
    Penso che prima di metterli a bollire, i carciofini sono stati preparati (sfoglati,tagliati,lavati…) ?
    Come ? Vorrei provare la tue ricetta che mi sembre a mia portata…
    CIAO

    • Bisogna togliere tutte le foglie esterne e tagliare la punta in modo da tenere praticamente solo il cuore del carciofino. Guarda le fotografie, si vedono abbastanza bene. Poi li metti in acqua e limone perché non anneriscono. Tutto qui. Tieni presente che abbiamo usato carciofi baby, gli ultimi della stagione, e non si tratta degli enormi “Prince de Bretagne”!😉
      Prova e fammi sapere. E’ facile, e se lo dico io…!!!

  2. Dici che 2 vasetti per voi due sono più che sufficienti??? Tienili per gli ospiti che verranno a trovarti tra circa un mesetto o poco più da Modena… vedrai come spariscono alla svelta!!!SLURP!!!!
    (… e come saranno con una bella aggiunta di un buon aceto balsamico invecchiato per bene???)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...