Il recupero della Concordia

***Fonte:http://www.ilpost.it***
***L’articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale***

ConcordiaDopo più di 4 mesi dal giorno del naufragio del Giglio (13/01/2012)  è stato finalmente presentato il piano di recupero della Costa Concordia. Tra i 6 progetti presentati per la rimozione del relitto è stato scelto quello che verrà gestito dalla Titan Salvage, società americana specializzata nel recupero delle grandi navi, e dalla Micoperi, azienda italiana specializzata invece nella costruzione di piattaforme petrolifere. La rimozione per intero della nave dovrebbe presentare meno rischi e un minor impatto ambientale. Inoltre la salvaguardia delle attività turistiche ed economiche dell’Isola del Giglio e la massima sicurezza degli interventi dovrebbe essere assicurata.

Questa impresa ciclopica senza precedenti, inizierà la settimana prossima e durerà 12 mesi.

La base operativa, per evitare un impatto sulle attività del porto turistico dell’isola, sarà fuori dal Giglio vicino a Piombino dove verranno posizionati i macchinari e i materiali necessari per gli interventi

Cliccando sull’immagine potrete vedere un’animazione che illustra le varie fasi del progetto di recupero. Se invece volete vedere la nave in tempo reale, qui trovate la webcam:

Non c’è tempo da perdere, perché sembra che lo scafo coricato su un fianco si stia progressivamente deformando e il rischio che si inabissi per sempre è più che concreto.

Aggiornamenti:

Mercoledì 13 giugno: I lavori non sono ancora iniziati.

”Ci sono ancora aspetti di difficoltà e imprevisti cui andremo incontro. Supereremo queste difficoltà” ha dichiarato Pier Luigi Foschi, AD e presidente di Costa Crociere.

Intanto al cinema sta per arrivare il film girato a bordo della Concordia ”Benvenuti a bordo” di Eric Lavain, con la consulenza proprio di Francesco Schettino. Il film doveva uscire in Italia poco dopo il naufragio, ma per ovvi motivi, è stato deciso di rimandare la prima italiana al 15 giugno.  (Fonte: http://www.ilreporter.it) Sono sempre più senza parole!

Giovedì 12 Settembre: E’ stata finalmente fissata la data della fase di radrizzamento della nave. Un anno e 8 mesi dopo l’incidente, la Costa Concordia dovrebbe tornare in posizione verticale a partire da Lunedì 16. Ci vorranno almeno 12 ore per completare l’operazione di parbuckling del relitto ma la rimozione non avverrà prima della primavera del 2014.

Una volta raddrizzata la Costa Concordia potrebbe poi essere traghettata per lo smaltimento a Piombino

“a condizione che il porto sia in grado di ricevere la nave al momento in cui lascerà l’isola del Giglio. Se non sarà possibile valuteremo le altre ipotesi”

(Franco Gabrielli, commissario per l’emergenza Concordia)

Annunci

One thought on “Il recupero della Concordia

  1. Pingback: Mini gita all’Isola del Giglio | Blutriskell – Il blog di Cris

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...