Una sera a teatro

ALa mia serata di venerdì si è svolta all’insegna della cultura. In occasione della giornata internazionale della Donna, nella splendida cornice del minuscolo Teatro dei Concordi di Campiglia, abbiamo assistito ad una breve conferenza a cura di Eliana Ghini del Centro Donna Antiviolenza di Piombino. Abbiamo la fortuna di vivere in una piccola isola felice per quanto riguarda delinquenza e criminalità, è innegabile ma ho scoperto che dietro le apparenze,  a volte si nascondono realtà diverse; la violenza domestica è una piaga che purtroppo non risparmia la nostra zona. Dal 1998, anno della sua creazione nella Val di Cornia, più di 600 persone si sono rivolte a questa struttura per chiedere aiuto. E chissà quante altre non hanno avuto il coraggio di farsi avanti!?

Dopo la discussione, la serata è proseguita con lo spettacolo di teatro-danza intitolato “A” della compagnia le Crisalidi della coreografa sanvincenzina (nonché mia maestra di pilates) Giorgia Macchi.

“A” è ispirato a quattro grandi artiste: la musicista Alma Mahler, la pittrice Artemisia Gentileschi, l’attrice Anna Magnani e la poetessa Alda Merini. Per Alma Mahler il sentimento dominante è l’Afflizione, mentre l’Angoscia e l’ Audacia caratterizzano la figura di Artemisia, grande pittrice del ‘600 di scuola caravaggesca, che ha avuto il coraggio di denunciare lo stupro subìto e di portare a processo il suo carnefice; l’Abbandono (da parte della madre) caratterizza la figura di Anna Magnani, mentre l’Alienazione rappresenta l’esperienza esistenziale di Alda Merini. Nello spettacolo della Macchi, “A” è quindi l’Amore, l’Acqua generatrice di vita e, in quanto tale, femmina; “A” è Ansia, Ardore, Anarchia da ogni costrizione, è Anima. “A”, infine, è l’Arte che tutto sublima in uno slancio rivolto all’eterno.  (Fonte: Il Tirreno)

Bello. Coinvolgente. Anche se devo dire che l’ho trovato un po’ ermetico (mio modestissimo parere). E’ stata una serata impegnativa, che mi ha fatto riflettere su molti argomenti. Alla fine, mi sono resa conto che:

  • C’è un’enormità di lacune da colmare nella mia cultura musicale e letteraria.
  • Sono fortunata ad avere accanto a me un Uomo che non sa cosa sia la violenza
  • E’ bello uscire di casa la sera per vedere qualcosa che non sia uno schermo TV o il monitor del PC. Voglio ripetere l’esperienza.
  • Non è mai troppo tardi per allargare i propri orizonti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...