L’ottava meraviglia del mondo

on l’avvento dei droni, adesso possiamo vedere il mondo con occhi diversi. Questo filmato è stato realizzato in occasione della tappa del Tour de France 2013. Oltre ad offrirci il punto di vista di un gabbiano, ha il gran pregio di mostrarci il Mont Saint Michel senza la presenza di alcun turista. Un’impresa unica e temo irrepetibile!

Siete pronti per il decollo?

Annunci

Ritorno a casa

bbiamo trascorso 10 giorni in Bretagna mentre, a casa, qualcuno non vedeva l’ora di rivederci. Ho filmato l’accoglienza che ci ha riservato il TopoGatto. Scusate la scarsa qualità ma ho pensato (male) di usare il cellulare invece della fotocamera. Accidenti a me! Tanti miagolìi, qualche strusciatina e molta voglia di uscire subito.

Prima di Pasqua cercherò di postare anche il racconto del nostro soggiorno bretone. Ce la posso fare…sempre che il PC non mi lasci a piedi di nuovo!

Buona visione!

Risoterapia!

Preciso che non si tratta di una cura a base di cereali ma di mettersi a ridere di cuore per qualcosa di molto divertente. Oltre a farci bene alla psiche, fa bene anche al nostro fisico. Questo è quello che succede con la risoterapia. La mia mamma diceva sempre che una risata equivale ad una bella bistecca, fa buon sangue. Visitando il blog di una mia nuova follower, mi sono imbattuta in questo corto metraggio di Christine Rabette del 2003, nel quale si vede uno strano personaggio salire sulla metropolitana di una grigia città del Belgio. Seduto in mezzo ai pendolari immersi nei loro pensieri, carichi di solitudine e diffidenza, troverà il modo più semplice e contagioso di cambiar il loro modo di affrontare la giornata. Con una bella risata! Vi offro una mini seduta di 6 minuti di risoterapia, aprofittatene, basta un clic! 😉 Continua a leggere

Michel Courtemanche


Credo che tra i visitatori del mio blog, pochissimi conoscano l’artista rappresentato in questa caricatura di André Gagnon. Si tratta di Michel Courtemanche, un attore canadese, che si è imposto negli anni ’90 come uno degli umoristi più importanti della sua generazione prima nel suo paese, il Quebec, e poi nella zona francofona dell’Europa. Si è fatto conoscere per la sua incredibile mimica facciale. Non per niente venne definito “l’uomo elastico”. E’ stato spesso paragonato a Jim Carrey.

Cresciuto a pane e cartoni animati, dai quali ha tratto gran parte della sua ispirazione, predilige le scenette visive. E’ un artista completo, un po’ mimo un po’ rumorista, ha un ottima padronanza del corpo. Impressionante la sua imitazione dell’andatura di un bambino piccolo. Ho avuto l’occasione di vedere un DVD di un suo vecchio spettacolo, l’ultima volta che sono andata in Francia e l’ho trovato molto divertente. Qui potete farvi due risate guardando il suo sketch del sollevatore di pesi.

L'halterophiliste


J’ai l’impression que parmi mes lecteurs, très peu connaissent l’artiste qui est représenté dans cette caricature de André Gagnon. Il s’agit de Michel Courtemanche, un acteur canadien qui s’est imposé dans les années ’90, comme l’un des plus grands humoristes de sa génération, à partir de son pays le Québec et dans les régions francophones de l’Europe par la suite. C’est son incroyable mimique faciale qui l’a rendu célèbre. On ne l’a pas défini  “l’homme élastique” pour rien et on l’a souvent comparé à Jim Carrey.

Il a grandi en regardant des tonnes de dessins animés et c’est de là qu’il a tiré une bonne partie de son inspiration, il a un faible pour les sketchs visuels. C’est un artiste complet, un peu mime un peu bruiteur, son contrôle corporel est presque parfait. Son imitation de la façon de marcher d’un enfant en bas âge est impressionante. J’ai eu l’occasion de voir le DVD d’un de ses vieux spectacles lors de ma dernière visite en France et je dois admettre que je l’ai trouvé très amusant. Si vous voulez rire pendant quelques minutes, regardez son  sketch de l’haltérophiliste.

L'halterophiliste

Questione di prospettiva

***Visto su http://www.metacafe.com***

Punti di vista, dettagli o visione d’insieme, le apparenze ingannano, tutto è relativo, la prima impressione è spesso sbagliata, il potere dell’immaginazione, l’importanza delle proporzioni. Secondo me, tutte queste espressioni avrebbero potuto essere usate come titolo di questo spot di una pubblicità-progresso giapponese che trovo molto tenero. Voi quale avreste scelto?

 

Black drawings


Question de point de vue, détails ou vision d’ensemble, les apparences sont trompeuses, tout est relatif, la première impression n’est pas toujours la bonne, l’importance des proportions. Je pense que toutes ces expressions auraient convenu comme titre de ce spot japonais de publicité-progrès. Mignon comme tout. Vous auriez choisi lequel, vous?