Weekly Photo Challenge: Companionable

Tiragraffi? No grazie!Il challenge fotografico di “The Daily Post” di questa settimana ha per tema i nostri compagni di vita. Può essere umano o no. Per amore di riservatezza, preferisco non parlare qui del mio Lui, vi parlerò dunque del peloso che vive con me da 5 anni. Per chi non lo conoscesse già, visto che gli ho dedicato un’intera pagina di fotografie, questo gatto che dorme in posizioni assurde come (a quanto pare) tutti i Norvegesi, si chiama Carlo ma preferisce (non)rispondere al nomignolo di TopoGatto.

Sembra voler dire:

“Il miglior tiragraffi del mondo non sarà mai all’altezza di  una semplice scatola di cartone quando scoppia il caldo!”

Gatti e giardinaggio

In questo episodio vediamo la strana visione del giardinaggio che ha il gatto di Simon. Tutte le storie di Simon Tofield descrivono perfettamente le gesta di tutti i nostri gatti. Questa è la grande forza delle sue animazioni: sono universali. Noi, gatto-muniti, pensiamo che Simon si sia ispirato al NOSTRO gatto. Uguale uguale, preciso, spiccicato! Io non sono certamente un’ eccezione. Guardate un po’ qui se non mi credete! 😉

Salute!

Allergia

Stamattina avevo appuntamento con il tecnico della caldaia per il controllo obbligatorio annuale. Alla fine della revisione l’ho fatto accomodare al tavolo del soggiorno affinché  compilasse il rapporto e la ricevuta fiscale. Dopo qualche minuto ha cominciato a starnutire.

Salute! Con questa stagione ci si ammala facilmente”. -dico io-

– No,……è che…… sono allergico al pelo di gatto! -risponde lui-.

“Ah!… allora Lei è proprio capitato nel posto sbagliato: Ho un Norvegese, 7 kg di gatto peloso. Per di più, siamo nel pieno della cosiddetta “stagione-dei-ciuffi-volanti.” In effetti ce ne sono dappertutto. Sono veramente desolata!

Più di chiedergli scusa, non potevo fare! O forse dovrei affiggere questo avviso sul portone di casa

”Per tutti coloro che non possiedono degli animali e visitano la mia casa:

1) Loro vivono qui, tu no

2) Se non vuoi i loro peli sui tuoi vestiti, stai lontano dal loro divano.

3) Mi piacciono più i miei animali della maggior parte delle persone.

4) Per te sono animali, per me sono figli pelosi che camminano a gattoni e che parlano chiaramente.

Avviso per chi entra in casa miaUomo avvisato, mezzo salvato! 😉

Addio, Spippi!

Ciao, Spippi!

I

n memoria di una gattina speciale, nata a San Vincenzo e cresciuta in Emilia. L’avevo incontrata 8 anni fa, abbandonata nello studio veterinario dalla sua propriataria dopo che l’avevo convinta a farla sterilizzare. L’ho ospitata a casa per la convalescenza e dopo qualche settimana, ero riuscita a convincere Lorella ed Antonio che loro erano la famiglia perfetta per lei.  In pratica, le ho fatto da madrina quindi lei era la mia gattoccia. Rileggere adesso quello che scrissi sul newsgroup IDAG il 12/02/2005 dopo il viaggio verso la sua nuova casa, è per me come un tuffo al cuore: Continua a leggere