La superluna di Agosto

SuperlunaIeri la natura dava spettacolo, anzi, super spettacolo! Mediamente succede da 4 a sei volte ogni anno che la luna appaia più grande e più luminosa del solito. Per questo motivo viene definita “Superluna” e questo avviene quando la Luna piena coincide con la minore distanza tra Terra e Luna.

 “La definizione scientifica per il momento del minimo avvicinamento della luna a Terra è perigeo lunare; secondo la NASA una superluna è fino al 14% più grande e al 30% più luminosa di come appare durante la maggior parte delle volte”. (Fonte: Wikipedia)

Ottima occasione per cercare di realizzare qualche scatto interessante. Ho tirato fuori il cavalletto, ci ho fissato sopra il regalo di compleanno di Misterpop (vedi post precedente) perché lo zoom della Canon SX700HS è nettamente superiore a quello della mia compatta S95  e ho aspettato che la luna superasse l’angolo del tetto del condominio. Non avendo né il telecomando né il flessibile per lo scatto, ho impostato il timer per l’autoscatto a 10 secondi e ho sparato.

Certo non è uno scatto indimenticabile, il momento culminante del perigeo era passato da qualche ora e non c’era nessun punto interessante da inquadrare ma sono relativamente soddisfatta. Per un primo tentativo casalingo, va più che bene! La prossima volta cercherò di appostarmi in un luogo più suggestivo… magari con un treppiede un po’ più stabile! 😉

Il prossimo appuntamento con la Superluna è per l’8 settembre 2014.

Razza (dis)umana

Da brava toscana (naturalizzata), l’unico commento che mi viene da fare è “Bravo bischero! L’unico futuro che ti meriti è proprio quello descritto nel corto”. Mi chiedo se siamo ancora in tempo ad invertire la rotta ed evitare l’auto distruzione. Per i danni che abbiamo procurato al pianeta, temo che oramai sia troppo tardi.

Che tristezza! 😦

Mini gita all’Isola del Giglio

Giglio Porto

E' passata più di una settimana da questa gita ma sono stata  “leggermente” impegnata e non ho proprio avuto il tempo materiale di aggiornare il blog. Infatti ho altri due posts in preparazione che spero di riuscire a pubblicare al più presto. Adesso vi racconto la nostra escursione:

Il 17 aprile è stato un giorno perfetto: Lunedì, la folla del weekend se n’è andata via, il sole splende, la temperatura è ideale ma soprattutto, il mare è così piatto che luccica come una lastra di ghiaccio. MisterPop è libero da impegni, incredibile ma vero! 😉 Questa è un’occasione più unica che rara per decidere di far un salto all’Isola del Giglio. Continua a leggere

Il giardino in bottiglia

***L’articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale ***

Giardino in bottiglia

Anche se non lo si direbbe è arrivata la primavera e lo spirito bucolico di Flora, la dea dei fiori e dei giardini, si deve essere improvvisamente impossessato di me. Si potrebbe dire che mi sono preso un trip per il giardinaggio. Ho cominciato cimentandomi con le cose più semplici come il vaso delle piante aromatiche. Ho riciclato una vasca grande che non usavo da tempo e ho piantato, basilico, salvia, origano e prezzemolo riccio. Poi ho comprato dei gerani e ho fatto due vasi nuovi. Dopodiché ho messo una vasca di primule nell’ingresso. Poi si sa, l’appetito viene mangiando allora ho acquistato 2 piccole schlumbergere e una mini edera per i tre vasetti di ceramica blu che avevo preso la settimana scorsa. Così tra portone d’ingresso, copridivano, mobile porta computer, il soggiorno è tutto in tinta che, come potete facilmente immaginare dal nickname che ho scelto, è il mio colore preferito. Continua a leggere

Côte d’Émeraude

emeraude

e vi avanzano 10 minuti da dedicare ad un viaggio virtuale, vi consiglio di cliccare su questa gemma, vi porterà sulla Côte d’Émeraude, terra della mia gioventù. Da non confondere con la Costa Smeralda, si tratta di un tratto di costa sulla Manica (e, più precisamente, sul Golfo di Saint-Malo) della regione francese della Bretagna, situato tra il dipartimento des Côtes-d’Armor e il dipartimento dell’Ille-et-Vilaine. L’appellativo Côte d’Émeraude fu coniato nel 1890 sul modello di “Costa Azzurra” dallo storico e avvocato Eugène Herpin per il colore smeraldo che assume talvolta il mare.

L’associazione “Cœur Emeraude”, per promuovere la concretizzazione del Parco Naturale regionale “Rance–Côte d’Emeraude”, ha commissionato la realizzazione di un film. Une bella presentazione del territorio interessato dal progetto. Tra maree, città, campagne e visi bretoni, la natura selvaggia prevale.

Ça vaut le coup d’œil!.

Weekly Photo Challenge: “Green”

Questa volta il tema del challenge fotografico settimanale del daily post è semplicemente il colore verde. Sembra facile e io mi ci butto! 😉

Green. For some of you, in the northern hemisphere, you may not be seeing green for a while. Let’s celebrate all things green!”

Ecco la mia galleria verde personale:

  • La ciotola che riempivo di crocchette per gli Arturi, i ricci che venivano a trovarmi in giardino tutte le notti quando stavamo nel vecchio appartamento.
  • Lo sguardo della mia amata Piuma
  • Una lucertola verde nella siepe, che sembra un mini dinosauro
  • Uno strano uccello nel Parco Gallorose di Cecina (LI)
  • Una locusta durante le  operazioni di spiegamento delle proprie ali subito dopo la muta
  • Un piccolo afide verde che cerca di nascondersi alla vista di un insetto predatore sotto una foglia
  • Il cartone di birra adottato da il mio TopoGatto come rifugio per un po’ di tempo
  • La mia collina toscana preferita
  • Una lumaca al momento della deposizione delle uova
  • Un semplice ciuffo di graminacea che ondeggia al vento

Buona visione! 🙂

Questo slideshow richiede JavaScript.