Bufale…a volte ritornano

Antibufala

Eccola di nuovo! La vecchia bufala dei servizi gratuiti che diventano improvvisamente a pagamento è tornata. A volte i riflettori vengono puntati su Facebook, altre volte su What’sapp. Questa volta è il turno dell’applicazione di messaggistica mobile multi-piattaforma che consente di scambiarsi messaggi coi propri contatti senza dover pagare gli SMS. What’s App Messenger è disponibile per iPhone, BlackBerry, Android, Windows Phone e Nokia.

Qualche giorno fa, un mio contatto mi ha mandato questo messaggio nel quale si annuncia l’imminente fine della gratuità del servizio. Prima di aderire a qualsiasi iniziativa e di condividere ogni appello più o meno allarmistico per evitare di cadere in eventuali tranelli e diffondere inutili catene di Sant’Antonio on line, ho preso la buona abitudine di controllare quello che mi viene detto. Come prima cosa, mi sono fiondata sul sito Antibufala di Paolo Attivissimo che non ha mai deluso le mie aspettative. Ho potuto vedere che si tratta di una cosa vecchia e ricorrente.

Innanzitutto bisogna precisare che What’sapp  non è mai  stata gratuita:

“La versione iOS/iPhone costa 99 centesimi di dollaro. La versione Android costa 99 cent l’anno dopo il primo anno, che è gratuito: c’è scritto chiaramente nella pagina di download presso Whatsapp.com (perlomeno se sapete leggere l’inglese. Ed è così almeno da un anno. La pagina dell’app su Google Play, invece, la indica come gratuita e questo può aver alimentato la confusione.”

Ma veramente ci sono persone che sollevano tutto questo polverone e si indignano di dover sborsare un euro e non prendono in considerazione l’evidente  e consistente risparmio sulle spese di SMS che permette di ottenere questa applicazione? E’ un po’ lo stesso discorso di quando i miei genitori non erano ancora PC-muniti: Li chiamavo sul telefono fisso tramite Skype, previo acquisto di credito: Non mi sono mai lamentata di spendere € 10,00 una volta all’anno o giù di lì per le mie lunghissime telefonate internazionali, essendo conscia che altrimenti, mi sarei sicuramente ritrovata con delle  bollette telefoniche esorbitanti.

Bisogna essere oggettivi, riconoscere il valore delle cose ed accettare di buon grado di pagare il dovuto.

Mega yachts

Serene A

Da sabato questi due bestioni sono parcheggiati davanti a San Vincenzo. La mia fotografia non rende molto bene l’idea ma vi assicuro che le dimensioni di questi yachts sono davvero imponenti. Qui, potete vedere un filmatino con una veloce panoramica vista dalla nostra terrazza.

In questi giorni, ho googlato un po’ e molte delle domande che mi ponevo riguardo a queste due barche hanno trovato risposta:

Continua a leggere

Molle o lattice?

***L’articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale***

Materasso

uesta è la rappresentazione di come mi sveglio la mattina: Sento proprio che la mia colonna vertebrale tocca il letto soltanto in due punti, faccio praticamente il ponte e come si può facilmente intuire, questo non è un bene per la mia discopatia lombare. E pensare che ero proprio convinta che il materasso rigido fosse il nec plus ultra per il benessere della schiena! Mi sa che ho preso una cantonata e che mi devo aggiornare. E’ giunto il momento di cambiare ma mi rendo sonto che orientarsi nella giungla delle offerte è molto difficile. Come fare la scelta giusta?

Il lattice sembra il top ma ho letto commenti entusiastici anche a proposito delle molle indipendenti. E il memory foam? Come faccio a individuare il tipo più adatto alle mie esigenze? Bisognerebbe provarli tutti.

Devo ammettere che gli onnipresenti spots della Eminflex che imperversano sulle reti Mediaset riescono sempre a catturare la mia attenzione: i prezzi sono davvero molto allettanti. Però come sempre, i miei dubbi rimangono immutati:

  • Come faccio a scegliere quello giusto?
  • Questo prezzo così basso non nasconderà un barbatrucco?
  • Mi posso fidare?

Se qualcuno di voi ha esperienza in merito, non esiti a lasciarmi un commento a riguardo, forse mi aiuterà a chiarirmi le idee. Intanto questo week end so cosa fare: tra ricerche in rete e visite nei vari negozi della zona, ci faremo una cultura.

Aggiornamenti:

Mercoledì 18: Stamattina abbiamo cominciato il nostro giro informativo e abbiamo potuto toccare con mano diversi prodotti:

  • Tempur: Ce l’hanno presentato come la Ferrari dei materassi: Premiato dalla NASA per i risultati raggiunti nell’applicazione della tecnologia spaziale e il contributo dato al miglioramento della qualità della vita sia nel settore commerciale che in quello medicale. Si presenta come “un luogo in cui ci si rinnova, dove lo stress scompare e le pressioni della giornata si sciolgono come neve al sole”. Il prezzo mi sembra decisamente spropositato.
  • Memory HD: Automodellante, ti accoglie e ti sostiene adattandosi al tuo corpo. Il suo motto è “il sonno che hai sempre sognato”. Non c’è male.
  • Lattice: Confortevole ed anallergico ma ha bisogno di una regolare manutenzione per favorire l’aerazione. Inoltre può risultare caldo in
    estate.
  • Molle rivestite indipendenti“l’evoluzione della sospensione a molla”.  Anche questo mi sembra buono.

Dal primo giro di prove ho dedotto che è la scelta è ardua. Tutti i materassi che ho testato mi sono piaciuti. Credo che a questo punto sia necessario approfondire ulteriormente l’argomento per individuare il modello giusto e il punto vendita più conveniente. Appuntamento alla prossima puntata.

Martedi 24: Stamattina siamo andati alla Fiera del Madonnino di Braccagni per la seconda tappa del nostro tour del materasso. Anche questa volta, la maledizione del Madonnino ha colpito: Acqua a catinelle; se non piove almeno una volta, non è il Madonnino. Bene, così c’è meno casino e possiamo girare tutta la fiera con la massima tranquillità.

Dopo alcune soste abbiamo scelto lo stand di una ditta della provincia di Viterbo. Il venditore era molto gentile e ci ha illustrato in modo completo i suoi prodotti. Abbiamo provato il “waterlilly” che secondo me, mette troppo tempo a tornare su. All’inizio eravamo orientati verso il “memory foam” matrimoniale classico ma lo standista ci ha fatto un’offerta che non abbiamo potuto rifiutare e alla fine abbiamo scelto due singoli con rete a doghe di faggio motorizzata. Il prezzo era ben inferiore a quanto ci era stato chiesto la settimana scorsa a Cecina e non abbiamo esitato molto. Credo che abbiamo fatto un affare. Ci vorrà una decina di giorni per la consegna. Non vedo l’ora di poter dire finalmente “Habemus materassum”!!!

Mercoledì 09 Maggio: Avevano detto 10 giorni di attesa. Sì, come no!!! Alla faccia della puntualità! Mi hanno finalmente telefonato per fissare il giorno della consegna: Giovedi 17, primo pomeriggio. Staremo a vedere potrebbero spuntare altri disguidi. 😦

Giovedì 17 Maggio: Nessun ulteriore disguido. Ci hanno consegnato i nostri tanto agognati letti nel primo pomeriggio. Nei prossimi giorni, farò un post dedicato allle mie prime impressioni, lasciatemi il tempo di provarlo.

Buona notte!!!….spero 😉

Ora legale

ImmagineSe dipendesse da me esisterebbe solo l’ora legale: Mi piace poter vedere cosa ho nel piatto a cena senza dover accendere la luce, mi dà un senso di energia e vitalità. Dicono che verranno risparmiati 630,2 milioni di kilowattora. La stima del risparmio economico per il 2012 è pari a circa 95 milioni di euro. E allora perché non tenerla par tutto l’anno?

“Con l’ora legale in effetti si trasferisce durante il periodo estivo, alla sera l’ora di luce del mattino generalmente poco usata. In pratica è un inseguire la luce del sole che durante questo periodo dell’anno a differenza dell’inverno dura di più nell’arco del giorno. Quindi sfruttare di più la luce solare che in una società altamente tecnologica e sempre più legata al risparmio energetico, diventa sempre più di vitale importanza. Inoltre far sì che soprattutto in località turistiche come le nostre la popolazione e i turisti possono beneficiare di quell’ora di luce solare in più di sera. Ora perché non adottare l’ora legale anche durante l’inverno ?
Se si adottasse tale provvedimento anche durante il periodo che va dall’autunno all’inizio di primavera avremmo in pratica che alle otto di mattina sarebbe ancora buio, quando tutte le nostre attività sono già in moto e la sera non potremmo sfruttare quell’ora in più di luce in quanto farebbe buio altrettanto molto presto. Quindi dal lato pratico non avremmo nessun vantaggio anzi di mattina sarebbe abbastanza problematico. Se si considera che la nostra vita è scandita dal sorgere e dal tramonto del sole e che il suo moto relativo regolato da alcuni importanti principi astronomici non è costante durante l’arco dell’anno si può dimostrare ulteriormente perché tale meccanismo non è vantaggioso applicarlo durante il periodo invernale.” (Salvatore Caccaviello)

Personalmente l’aspettavo  dal 30 ottobre e finalmente è arrivato il momento di sistemare gli orologi sparsi in tutta la casa. Il primo è quello del microonde perché ce l’ho davanti quando preparo la colazione, poi tocca alla stazione meteo  vicino al televisore, e via via secondo i miei spostamenti in casa, ogni quadrante o display  viene aggiornato. L’ultimo sarà come sempre l’orologio del macinino e solo quando anche quello sarà a posto, potrò dire:

L’ora è legale …. prima era illegale! 😉

Kibris

2 Euro CiproQuesta bella moneta da 2 euro mi è capitata fra le mani proprio stamattina: Rappresenta l’idolo di Pomos, "una scultura cruciforme preistorica del periodo Calcolitico che è stata trovata vicino al villaggio cipriota di Pomos". Una bella sorpresa! Adesso mi piacerebbe trovare una moneta di Malta.

Dentiera nuova

dentiera
Ieri sera mentre facevo zapping sono capitata sul Maurizio Costanzo Show (senza volerlo sia ben inteso ). Non credevo alle mie orecchie. Dopo anni e anni di biascicamenti incomprensibili, sembra che il buon uomo si sia finalmente lasciato convincere a sistemare la sua protesi. Maria De Filippi è senz’altro una donna di polso, si intuisce chiaramente, ma non capisco come abbia potuto aspettare cosi tanto tempo a far capire al marito che questa spesa era davvero indispensabile. Eppure i mezzi finanziari non gli devono mancare! Adesso si che si capisce!  Dai Maurizio, sfogati!

Vai con gli esseemmesse, i salassi o  gli assistenti di Sassari!

Rifornimento

Spia benzina
Il pieno iniziale è durato 28 giorni e oggi ho fatto il mio primo rifornimento. Facciamo un po’ di conti: Ho percorso 543 km con 31,86 litri di benzina verde per un totale di € 44,00, quindi il macinino consuma 5,87 l/100 km oppure possiamo dire che percorre 17,04 km con un litro di benzina. Mi sembra buono, no?


In confronto a quanto beveva la Sorento, sembra quasi un miracolo.

La consegna dell’assegno

Assegno idag
Abbiamo scelto di consegnare l’assegno del ricavato del Catlendario di IDAG 2008 al Gattile di Cecina proprio oggi. Non è un giorno qualsiasi: Il 17 Febbraio è il giorno della Festa Nazionale del Gatto. Prima abbiamo pranzato tutti insieme: Garfield, Stefy, Loll@, Andrea, Patrizia e Giada. Poi Mauro ci ha raggiunti per il caffè e ci siamo diretti verso il gattile dove, dopo le fotografie di rito abbiamo consegnato una bella cifretta alle tre volontarie. Sono contenta di aver potuto trascorrere questa bella giornata in compagnia di alcune delle persone che hanno contribuito con generosità alla riuscita dell’iniziativa. Patrizia ha avuto il cuore e il coraggio di adottare due gatti malati che altrimenti sarebbero stati condannati a finire i loro giorni chiusi in una gabbia.

Che bella Festa del Gatto! Per me e soprattutto, per i gatti del Rifugio.

La macchinina

Aygo
Eccola qui la mia nuova citycar! Siamo riusciti a scambiare il SUV che non era altro che una fonte inestinguibile di spese e guai meccanici con una macchinetta di dimensioni molto più ridotte. Esteticamente mi piace molto, gli interni sono sufficientemente paziosi per due. Dovrò ricordarmi che questa va a benzina verde e non a gasolio, non ci sono più abituata. Sono felicissima: non dovrò più lottare con lo sterzo rigidissimo della Kia per far le curve e potrò trovare parcheggio molto più facilmente. Quanti soldi risparmieremo! Bollo, carburante, tagliandi e assicurazione.

Domani, vado a farmi un bel giretto.

Per i milanesi

Wanted
Dal primo di Giugno, saremo presenti anche al DatchForum di Assago e allo stadio Meazza di San Siro. Come  forse sapete già, ci occupiamo della vendita sugli spalti di popcorn e bibite. Io non sono ancora in grado di riprendere il lavoro, chissà quando potrò ricominciare. Marcello ha bisogno di organizzare una grande squadra sul posto. Cerchiamo ragazzi e ragazze che abbiano voglia di guadagnare qualche soldino e assistere agli spettacoli gratis. Mica male no!? Ma non illudetevi, "queste cose costano… ed è proprio qui che iniziate a pagare… col sudore!!!", come disse la mitica professoressa Grant di Fame) Gli eventi in programma sono molti e richiedono molte persone, San Siro ospiterà a breve concerti importanti (Biagio Antonacci, Renato Zero, Laura Pausini, Vasco Rossi).
Qui trovate la programmazione del Forum e qui ci sono le date per San Siro.

Se vi interessa, potete contattarci a questo indirizzo, vi daremo tutte le informazioni necessarie.

info_spalti